Aerospace Innovation and Research - AIR

Chi siamo

La rete innovativa regionale “Aerospace Innovation and Research - AIR”, attua una visione basata sulla multidisciplinarietà culturale dell’ambito aerospaziale, inteso come un hub di competenze e tecnologie in grado di valorizzare ambiti molteplici dell’economia.

AIR interpreta l’aerospazio come insieme di opportunità per le imprese e la società, in quanto driver di innovazione per le telecomunicazioni, la navigazione, l’osservazione della Terra e la meteorologia adatto a stimolare nuovi percorsi di sviluppo tecnologico, a favorire applicazioni innovative orientate al mercato sfruttando le ampie possibilità di impiego in chiave multisettoriale delle conoscenze e delle soluzioni generate, anche in settori completamente diversi (ad esempio negli ambiti dell’agricoltura e della sanità, fino alla prevenzione e riduzione dei rischi di origine naturale, ovvero di origine antropica, inclusi gli incidenti a matrice terroristica).

La nostra mission

Fulcro della mission della rete innovativa regionale AIR è il trasferimento di tecnologie innovative, sia come spin-off, sia come spin-in, tra settore aerospaziale e filiera industriale del territorio, in applicazioni trasversali ad elevato impatto economico e sociale, mettendo in forte sinergia i due sistemi con reciproci ed importanti vantaggi.

La significativa capacità di ricerca e innovazione delle imprese e delle competenze scientifiche rende l’aerospazio un’area di sviluppo di tecnologie e competenze, utili a stimolare la nascita di industrie emergenti o nuove nicchie di mercato. La rete, intesa come sistema regionale, può condurre le imprese e la ricerca veneta ad avere un maggiore impatto sui mercati internazionali, grazie alla possibilità di occupare le diverse componenti del mercato con tecnologie e prodotti, ideati per applicazioni spaziali, ma con impatto immediato anche sul mercato dei prodotti più tradizionali.

Obiettivi

- Sviluppo di tecnologie innovative per lo sfruttamento di risorse in siti extraterrestri, per la creazione automatizzata di ambienti di vita schermati e ad elevata resistenza direttamente dai materiali a disposizione in situ. Si tratta dello sviluppo di tecnologie autonome di harvesting dei materiali, di tecnologie di fabbricazione in situ con stampa di elementi costruttivi e loro assemblaggio, di identificazione del danno per la diagnostica e la riparazione autonoma.

- Sviluppo di materiali innovativi a bassa densità e ad alta resistenza per sistemi di volo e per basi per l’esplorazione planetaria. Tali tecnologie sono rivolte alla realizzazione di strutture innovative, ad alto rapporto prestazioni/massa, a costo contenuto, per la riduzione dell’impatto economico dei futuri sistemi spaziali.

- Ottimizzazione delle condizioni living per missioni a lunga durata, con obiettivi specifici dedicati al safe design degli ambienti abitativi, il monitoraggio e controllo dei parametri ambientali delle zone abitative degli astronauti mediante sistemi automatizzati, l’identificazione e il monitoraggio dei fattori di stress degli astronauti senza necessità di test intrusivi.

- Ideazione e sviluppo di tecnologie innovative per la coltivazione in ambienti chiusi, per la produzione di vegetali in assenza di gravità, senza atmosfera (Luna) o priva di ossigeno (Marte) e alle tecniche di utilizzazione e trasformazione di sottoprodotti di coltivazione per il fabbisogno energetico e alimentare.

- Progettazione e lo sviluppo di tecniche per la preparazione e conservazione dei cibi per missioni di lunga durata, mirate all’ottenimento di un prodotto salutare che preservi le qualità organolettiche con una shelf-life di almeno di 2 anni.