Cluster Biologico Veneto

Chi siamo

Cluster Biologico Veneto è rete innovativa regionale che comprende diversi soggetti che rappresentano i produttori, le imprese di trasformazione e distribuzione, i fornitori di mezzi tecnici, i biodistretti territoriali, gli enti di ricerca /sistema di istruzione, e gli enti pubblici, rappresentativi della filiera legata al biologico regionale.

La nostra mission

La rete innovativa regionale Cluster Biologico Veneto mira nella sua strategia a dare slancio al comparto dell'agricoltura biologica, ambito che pur presentando una forte crescita della domanda vede ancora una scarsa presenza di operatori sul lato dell’offerta. La rete innovativa regionale intende perciò concentrarsi, da una parte, sulla rimozione delle barriere informative e tecniche che frenano il comparto e, dall’altra, sull'avvio di progettualità mirate alla ricerca di soluzioni economicamente vantaggiose per i produttori (aumento della produttività) e compatibili con la normativa sul biologico (ad esempio, ricerca su nuove sementi, fertilizzanti, gestione fitosanitaria e delle malerbe).

La rete innovativa regionale si propone di costruire una solida reputazione a livello internazionale attenendosi a riferimenti normativi più elevati e stringenti dell'attuale standard biologico a cui ad oggi vengono applicate numerose deroghe.

Obiettivi

Cluster Biologico Veneto si posiziona nell’ambito “Smart Agrifood”, con il coinvolgimento anche di settori trasversali come la meccanica agricola, ed intende percorrere le seguenti traiettorie di sviluppo che riguardano l’agroalimentare sostenibile:

- sviluppo dell'agricoltura e zootecnia di precisione;

- sviluppo di prodotti e attrezzature più efficienti e  tecnologie abilitanti per la produzione nell’agricoltura biologica

- innovazioni e risorse per l’ottimizzazione dello stato nutrizionale e della difesa fitosanitaria ecosostenibile delle colture;

- sviluppo di modalità e tecnologie a favore di sistemi integrati tra agroalimentare, turismo ed ecologia.

Sono dunque fissati i seguenti obiettivi strategici che saranno maggiormente declinati nel piano operativo che dovrà essere elaborato dalla rete a seguito del presente riconoscimento:

- aumento del 10% degli operatori biologici operanti in Veneto;

- aumento del 20% del volume di produzione certificata biologica in Veneto;

- pianificazione territoriale della produzione biologica e del sistema;

- piano di monitoraggio del miglioramento ambientale ottenuto con la produzione biologica e con altre forme di agricoltura sostenibile.

Il principale risultato atteso è dunque un aumento degli operatori biologici in Veneto e del volume di produzione con certificazione biologica, unitamente all’implementazione di una maggiore efficienza produttiva e di una migliore gestione dei flussi dei processi di trasformazione e commercio e a un graduale miglioramento sul tema della sostenibilità ambientale del territorio.

Inoltre, la rete si propone contribuire alla formazione di nuovi professionisti del settore grazie alla creazione di corsi universitari e post diploma creati ad hoc.