Progetto THINGS+

Il progetto Things + intende accrescere le competenze degli imprenditori nel campo della gestione dei servizi all'innovazione. Il risultato atteso dalle attività del progetto è lo sviluppo di una nuova metodologia finalizzata a migliorare le competenze degli imprenditori sull'introduzione di servizi all'innovazione nelle aziende del settore manifatturiero.

Budget totale di progetto 1.889.299,50 euro (di cui 1.562.517,33 euro di contributo FESR).

Despite huge investments into innovation technologies, many industries in central Europe focus on manufacturing of products. Low-cost competition from non-EU countries and gradual commoditisation challenges their competitiveness. The small and medium sized companies have to adapt their skills to answer the rapid changes following the innovation and technological progress. The THINGS+ project aims to enrich portfolios of companies with additional services that can increase value delivered to customers and improve their position on the market.

The main output of the project is a new methodology to improve entrepreneurs’ skills that help them to introduce service innovation into manufacturing companies. By introducing servitisation of products through adequate human capital investment, traditionally product-based firms will better cope with changing and shrinking markets. The aim is to transform them into regional innovation motors with no need of high investments.

Vai all'azione pilota.

PRESS RELEASE

  1. AL VIA LA PRIMA AZIONE PILOTA DI THINGS + PER PRESENTARE ALLA IMPRESE LA METODOLOGIA DEI SERVIZI DI INNOVAZIONE

La Regione del Veneto partecipa, con la  collaborazione di Veneto Innovazione, al progetto Things+, finanziato dal programma Interreg Central Europe, e che ha sviluppato una metodologia per migliorare le competenze degli imprenditori per l'introduzione dei servizi nelle aziende del settore manifatturiero, la cosidetta “servitizzazione”.

La Regione del Veneto, dopo avere selezionato tre imprese a fine 2018, ha quindi avviato la prima azione pilota attraverso la quale testare la metodologia SIM (Service Innovation Methodology), sviluppata.

Durante una serie di incontri e con la guida di un esperto, specializzato nel mentoring nel campo dell'innovazione, le tre aziende, competenti rispettivamente in automazione industriale, visione artificiale e manifattura additiva, potranno approfondire la metodologia e avviare un percorso di individuazione dei nuovi servizi  destinati ad arricchire il loro portafoglio. Dopo la fase d’aula, che vedrà le tre aziende collaborare nelle prime fasi dell’individuazione dei servizi, un secondo percorso di accompagnamento personalizzato consentirà alle stesse di sviluppare singolarmente la soluzione più adatta al proprio contesto di mercato.

Alla fine del percorso, in un clima molto creativo, i partecipanti si saranno così calati nell’approccio alla servitizzazione.

  1. LA REGIONE DEL VENETO ACCOMPAGNA  ALTRE 7 IMPRESE A INNOVARE ARRICCHENDO LA PROPRIA OFFERTA

La Regione del Veneto ha avviato, in collaborazione con Veneto Innovazione Spa, un secondo percorso di formazione dedicato alle imprese che vogliono a arricchire il proprio portafoglio prodotti con nuovi servizi.

L’iniziativa fa parte del progetto THINGS+, finanziato dal programma Interreg Central Europe, che intende, appunto, rafforzare la capacità delle PMI di innovare attraverso la “servitizzazione”, ovvero l’arricchimento della propria offerta di prodotti, con servizi aggiuntivi al fine di migliorare il proprio posizionamento sul mercato.

Le tendenze a livello mondiale, infatti, mostrano che i prodotti, anche quelli più tradizionali, acquisiscono sempre più spesso caratteristiche tipiche dei servizi e che l’aggiunta di servizi al proprio portafoglio sta diventando ogni giorno più importante anche per quelle imprese prevalentemente orientate al prodotto. Il cambiamento viene messo in atto grazie a nuovi modelli di business che supportano un sistema misto prodotto-servizio.

La Regione del Veneto, attraverso una raccolta di manifestazioni d’interesse, ha selezionato gli imprenditori e i manager di sette aziende che potranno partecipare a un programma di formazione durante il quale gli esperti THINGS+ trasferiranno conoscenze e metodi per la servitizzazione e supporteranno i partecipanti nella concreta applicazione delle nuove competenze acquisite.

Durante i sei mesi di formazione previsti, i partecipanti svilupperanno nuovi servizi basati sul proprio prodotto da inserire nel portafoglio aziendale e, quindi, introdurre sul mercato.

Come nel caso della prima edizione, le imprese parteciperanno ad una fase comune d’aula e, quindi, verranno supportate singolarmente da esperti di business innovation che le aiuteranno a mettere in pratica i principi di “servitizzazione”, acquisiti.